Carta o contante? Il dilemma delle micro-imprese umbre

Favorire l’uso della carta di credito oppure lasciare ai cittadini la libertà di pagare in contanti? Un argomento che da anni vede dibattere la politica e a cui il governo intende rispondere, ponendo un limite al tetto dei pagamenti in contanti da 3.000 a 2.000 euro. Previste anche sanzioni ai commercianti che non accettano pagamenti …

L’Italia è un Paese per vecchi (che pagano cash)

CISL PENSIONATI – «Basta una pensione di mille e un solo euro in più perché i vecchietti come me non la possano prendere più alle poste – racconta Giorgio Menghini segretario Cisl pensionati umbria – non vogliamo pagare più un euro alle banche!». I pensionati con una pensione superiore a 1.000 euro sono infatti costretti, …

Omicidio col Pos, i commercianti: «Un’Umbria cashless potrebbe darci il colpo di grazia»

Il barista di un noto caffè del centro storico poggia lo strofinaccio, prende una cartella da sottobanco e estrae un foglio che riporta le transazioni di qualche giorno prima. Con l’indice ne punta una in particolare: un cliente che aveva pagato 3 euro e trenta con la carta. In fondo a destra, è indicata una …

Quota 100: il futuro dei lavoratori umbri

In Umbria le domande di pensione anticipata con “Quota 100” che arrivano agli uffici dell’Inps e dei patronati sono più del previsto. Dagli ultimi dati, aggiornati al 19 marzo, le domande presentate nella regione sono 1390, la maggior parte arrivano dalla provincia di Perugia (1062). Le stime del Governo, per la nostra regione, prevedono che …

Medici specializzandi: tra corsi e corsie

Camici grigi- Li chiamano “camici grigi”, gli aspiranti medici al margine di una professione ambita, tanto delicata quanto affascinante.  Grigi, come il confine che separa le loro mansioni da quelle di un medico strutturato. Sono loro le piccole api operaie che si incrociano tra le corsie ovattate degli ospedali. Sono medici a tutti gli effetti, sei …