L’Italia è un Paese per vecchi (che pagano cash)

CISL PENSIONATI – «Basta una pensione di mille e un solo euro in più perché i vecchietti come me non la possano prendere più alle poste – racconta Giorgio Menghini segretario Cisl pensionati umbria – non vogliamo pagare più un euro alle banche!». I pensionati con una pensione superiore a 1.000 euro sono infatti costretti, …

Omicidio col Pos, i commercianti: «Un’Umbria cashless potrebbe darci il colpo di grazia»

Il barista di un noto caffè del centro storico poggia lo strofinaccio, prende una cartella da sottobanco e estrae un foglio che riporta le transazioni di qualche giorno prima. Con l’indice ne punta una in particolare: un cliente che aveva pagato 3 euro e trenta con la carta. In fondo a destra, è indicata una …

Dall’Umbria l’aiuto alle vittime di guerra siriana

«Ricordo due ragazzi resi inabili dal conflitto, Mahmood e Manam: lui è di Raqqa, avrà una ventina d’anni e soffre di una lesione midollare causata da un proiettile. Lei, sempre della stessa età di Mahmood, viene dal quartiere egiziano di Damasco. Nel suo caso è stata una scheggia di una bomba piazzata dall’Isis a devastarle …

Bambini costretti a giocare col fuoco

Non poteva chiudere gli occhi. Da tre anni. Un’esplosione gli aveva bruciato il volto e polverizzato le palpebre. Può succedere, quando si è costretti a lavorare con la polvere da sparo. Il giorno dell’incidente, Wilmer aveva sette anni e stava fabbricando fuochi d’artificio nella sua casa a La Granadilla, in Guatemala. Da allora, l’inferno. Cose …

Dall’Africa al Sud America, obiettivo: “autosviluppo”

È una delle ong più importanti in Italia e ha la sede principale a Perugia, con dislocazioni a Milano, Ancona, Bamako (Mali) e Ouagadougou (Burkina Faso). Si chiama Tamat e aiuta le popolazioni dell’Africa subsahariana e di parte del Sud America. Il suo modus operandi è l’autosviluppo: non dà soluzioni a breve termine, come la …

Gubbio-Burkina Faso: ridare la vista agli ultimi

“Durante il suo primo viaggio in Africa, mio marito rimase profondamente colpito dalle condizioni degli abitanti del Burkina Faso, qui in Italia è difficile immaginare quanto siano povere quelle persone. Tornò a casa deluso e con la voglia di impegnarsi in prima persona per migliorare la vita di quella gente”. Era il 2006. Oggi Patrizia, …

I cari estinti di Ferentillo: se il borgo rinasce con le mummie

Può una comunità rivivere grazie ai morti? È il caso di un piccolo borgo arroccato nel cuore della Valnerina ternana, in una zona colpita dal terremoto del 2016. Tre anni dopo, la ripresa del turismo è legata alla curiosità per le mummie. Trentaquattro cadaveri imbalsamati e più di mille, tra teschi e ossa perfettamente conservate, …