Economia della (con)divisione

Tassisti contro Uber, albergatori contro Airbnb, ristoratori contro Gnammo e EatAround. La rivoluzione della sharing economy (economia della condivisione) ha risvegliato un potenziale male italiano: il corporativismo. Il successo delle piattaforme digitali che mettono in rete domanda e offerta di passaggi in auto, breve ospitalità in casa, piccoli lavori e condivisione di oggetti e passioni, …