Il magma che fa tremare l’Appennino

La  ricerca dell’università di Perugia – Terremoti troppo profondi con onde sismiche stranamente simili a quelle delle zone vulcaniche. È questa l’anomalia delle scosse avvenute nel Sannio-Matese, nel dicembre 2013-2014, che ha portato alla scoperta di una sorgente magmatica in profondità sotto l’Appennino meridionale. Lo studio, pubblicato sulla rivista Sciences Advances, è stato condotto dall’Istituto …